Rosana Izolia e Maria - Associazione La Speranza

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rosana Izolia e Maria

Gli ospiti > I creativi

Rosa è una brasiliana arrivata in Italia tre anni fa. Colpisce subito la sua elegante signorilità e la sua serena fiducia nella Buona Sorte. Rosa riesce a comunicare la sua gioia di vivere anche agli altri e lo fa attraverso un particolare modo di esprimersi e di vestirsi, un modo discreto, pulito, quasi infantile. Sembra incredibile che dietro questa leggera figura di donna si celi invece una educatrice attenta ed una madre premurosa.
L'arrivo in Italia è avvenuto insieme alle sue due figlie, Izadora e Isabel, proprio per portale fuori dalla povertà più nera. A San Paolo, dove vivevano discretamente, è improvvisamente arrivata la "sfortuna" e in poco tempo hanno perso tutto. L'Italia non ha rappresentato finora una vera soluzione, ma ha consentito comunque a Rosa di sopravvivere con un lavoro saltuario di badante.
Le difficoltà e le delusioni non sono riuscite ad intaccare l'anima gentile e allegra di Rosa che continua ad aver fiducia nella vita. La sua allegria si espande alle figlie, alle amiche e alla comunità brasiliana di Roma che l'ha invitata a partecipare alla famosa "Festa Junina" che ricorre il 24 giugno 2012, giorno di San Giovanni.


Rosa e la sua amica Maria si sono esibite alla "Festa Junina" organizzata dalla Associazione Nossa Señora Aparecida in via della Lungaretta. Con il loro ballo suggestivo e ammaliante,  hanno dato il meglio di loro stesse, riuscendo abilmente ad inserire la tradizione brasiliana nella suggestiva cornice di Trastevere. Il pubblico  ha generosamente applaudito.

E' la seconda festa più famosa in Brasile dopo il Carnevale. Si tratta di un grande evento che viene celebrato ogni anno non solo in Brasile, ma anche in tutti i Paesi ove risiedono comunità brasiliane.  A Roma la festa ha avuto molti sponsors in diverse parti della città.

La figlia più grande di Rosa, Izadora, che ha sempre avuto la passione della danza classica, ha potuto frequentare una scuola di ballo ed ora è in grado di esprimere il suo talento a teatro. L'ultima occasione è stata quella dello spettacolo di fine anno tenuto al Teatro Orione il 28 giugno 2012. Lo spettacolo è stato organizzato dall'Associazione culturale per la danza PLEIADI. Il balletto, intitolato "L'anello di Catharina" era strutturato in due atti e rappresentava lo scorrere di una allegra giornata di mercato nella piazza di un villaggio in festa.

Gli interpreti si sono esibiti con grazia e leggerezza. Le musiche di Bizet, Dvorak, Glazunov, Tchaikovsky ed altri pregevoli autori hanno sottolineato la bellezza delle scene e dei costumi. Un tono di particolare grazia è venuto dal ballo dei bambini, mentre i volteggi  dei due protagonisti innamorati ha incantato il pubblico che ha applaudito anche a scena aperta. Izadora ha recitato la parte importante della commerciante che dirige il mercato. Brava Izadora !


 
Torna ai contenuti | Torna al menu